Analisi
Conclusioni

ANATOMIA DI UN'ACCOGLIENZA

HL Reports
Autonarrazioni
Human Factor 2

Alternative perspective

Human Factor

First person narrative

Sensemaker

Scrivi la tua storia

Spotlight
Line by line

Diario

Beyond the line

Approfondimenti

Encounters

Student narratives

Inclusive cities

Progetti di cooperazione

In the media

Parlano di noi

Dizionario
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
ACCEDI
Indirizzo E-Mail
Password

AccediRegistrati
Spotlight | Encounters
25 marzo 2022

ENCOUNTERS FIFTH ISSUE

Nyein Chan, quando era ancora un giovane universitario mai si sarebbe  immaginato qual percorsi avrebbe dovuto affrontare durante la sua vita.

Oggi però , quando ci ripensa, si sente incredibilmente soddisfatto e grato delle opportunità che la vita gli ha offerto.

Oggi è uno dei responsabili alle Catholic Charities della diocesi di Forth Wayne/South Bend, in cui opera dal  2000 quando è divenuto un Case Manager, facendo parte del gruppo che supporta l’integrazione dei rifugiati nella comunità locale dell’Indiana settentrionale.

Nyein prova grand’orgoglio nel poter portare un aiuto a tutti coloro che si trovano a dover seguire il suo stesso percorso all' arrivo negli Stati-Uniti.

Un uomo con un buon senso dell’umorismo, che ci racconta del suo cammino ed il suo operato con una tale partecipazione da invogliare chi lo ascolta ad unirsi a lui

ed a divenire cosi fonte di gioia e di felicità per se e per gli altri.

Dopotutto, chi spende tutto se stesso nell’aiutare gli atri, trae maggior felicità nel dare piuttosto che nel ricevere.

Riguardo al programma attuale che Nyen guida, il sostegno della comunità è cruciale nell’accogliere questi migranti e nel fornir loro  il trampolino e le opportunità attraverso cui possano integrarsi

e contribuire al meglio nella nuova società in cui si trovano a vivere e a lavorare.

Che sia una fabbrica a South Bend o un ristorante a Fort Wayne, i datori di lavoro che investono in questi rifugiati e permettono loro di essere parte attiva delle proprie organizzazioni,

non potranno avere che un ritorno positivo su questo investimento, umano prima che economico.

Allo stesso modo, i programmi di coinvolgimento della comunità, attraverso l’impegno nelle scuole o nei luoghi di culto,

potranno beneficiare di queste situazioni positive: d’altronde i rifugiati hanno solo il bisogno di avere una buona opportunità per dimostrare il loro valore ed il loro impegno.

Il team di Nyein che si dedica a questa causa, ha ottenuto risultati eccezionali nel corso di tanti anni, e siamo certi continuerà sicuramente cosi ancora per lungo tempo.

Tema
Città
News correlate

28 febbraio 2022

ENCOUNTERS FOURTH ISSUE

Dal 1999, anno del suo arrivo dal Burma, ha messo tutto il suo impegno nell'aiutare altri rifugiati come lui.. Ko è secondo ogni punto di vista esattamente quel che significa il suo cognome: Strong, cioè forte, tenace.. Testo ed intervista realizzate dalle studentesse Mariana Grandmont e Lucie Kneip del corso Refugee Policy lab tenuto dalla professoressa Ilaria Schnyder presso l'Università di Notre Dame (US).

04 gennaio 2022

ENCOUNTERS THIRD ISSUE

Andrea Cramer è la fondatrice di Neighbor to Neighbor, un’ organizzazione che sostiene i rifugiati e i migranti della contea di St. Joe. Conosciamo la sua storia. Testo ed intervista realizzate dalle studentesse Andrea Romero e Aidee Barajas, del corso Refugee Policy lab tenuto dalla professoressa Ilaria Schnyder presso l'Università di Notre Dame (US).

11 dicembre 2021

ENCOUNTERS SECOND ISSUE

Cho Too, rifugiato, arrivato dalla Birmania nel lontano 1988, da più di trent'anni è in prima linea per aiutare, chi come lui, ha dovuto affrontare le tante e spesso sconfortanti problematiche legate all'integrazione nella società americana. Testo ed intervista realizzate dalle studentesse Grant Otte e Natalie Armbuster, del corso Refugee Policy lab tenuto dalla professoressa Ilaria Schnyder presso l'Università di Notre Dame (US).

17 novembre 2021

ENCOUNTERS FIRST ISSUE

Conosciamo la storia di Muguleta Haybano , le sfide che ha dovuto affrontare per integrarsi nella Società Americana e quale sia il suo desiderio, una volta conseguita la laurea magistrale . Testo e Intervista realizzate dalle studentesse Abigail Helme e Theresa Salazar del corso Refugee Policy lab, tenuto dalla Professoressa Ilaria Schnyder presso l'Università di Notre Dame.

23 ottobre 2021

PERCHE' ENCOUNTERS?

Encounters sarà uno spazio dedicato ad elaborati di studenti e docenti, alle prese con l’esperienza diretta dell’incontro e del racconto dell’”altro".

INFORMATIVA

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più puoi consultare la cookie policy. Qualora non accettassi puoi non procedere con la navigazione, oppure lo puoi fare limitatamente con i soli cookie tecnici o di prestazione, oppure puoi decidere quali cookies accettare. Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento.

Privacy policy completa

PERSONALIZZA RIFIUTA ACCETTA TUTTI